Che forza il Vento!

sito_anev

E’ arrivato ad Explora il nuovo exhibit dedicato all’energia eolica, promosso e sostenuto da ANEVENERCON GmbH ed ERG RENEW, che coinvolge i più piccoli nella scoperta di una delle fonti rinnovabili più importanti e sviluppate del nostro Paese.
Un gioco dedicato alla scoperta della forza dell’aria che si muove e che riesce a spostare una varietà di oggetti a lunga distanza. Inserendo delle stoffe colorate che vengono risucchiate dai tubi, il bambino può collaudare un percorso e attendere che vengano rilasciate in un’esplosione di energia. Il coinvolgimento comprende una serie di stimoli che sollecitano i più piccoli in un percorso cognitivo: oltre alla conoscenza dell’aria, l’exhibit sviluppa abilità psicomotorie date dall’osservazione del percorso (seguire una visuale è una prima forma di approccio alla lettura) e dal recupero delle stoffe che cadono subendo una decelerazione rispetto alla velocità nel tubo.

Un totem vicino la struttura illustra le potenzialità della forza del vento e le sue applicazioni nel campo della produzione di energia elettrica, rispondendo alle curiosità del pubblico come una grande enciclopedia dell’energia eolica.

La collaborazione di Explora con ANEV, ENERCON GmbH ed ERG RENEW, nasce dalla volontà di promuovere e sostenere le tematiche relative all’utilizzo sostenibile delle risorse del pianeta in particolare in tema di produzione di energia elettrica attraverso l’impiego di fonti che, come quella eolica, non hanno impatto sull’ambiente e contribuiscono al taglio delle emissioni di CO2, fra le cause principali dei cambiamenti climatici. L’exibit vuole quindi sensibilizzare il pubblico in età scolare su tematiche ambientali, di crescita sostenibile e di progresso responsabile. Comprendere l’importanza dell’uso dell’energia eolica significa, infatti, fissare dei punti cardine nei quali sviluppare una propria sensibilità: l’energia eolica è un’energia pulita che non produce emissioni e si sviluppa attraverso l’uso di aerogeneratori in parchi eolici nel massimo rispetto del paesaggio e dell’ambiente. L’Italia si è posizionata, nel 2011, al settimo posto tra i dieci Paesi produttori di energia eolica a livello globale.