Cosa fa per me l’Europa

Il 9 maggio, Festa dell’Europa, celebriamo i 18 anni di Explora e in vista delle prossime elezioni europee vogliamo raccontarvi cosa siamo stati in grado di fare dal 2001 ad oggi grazie all’Europa: qual è stato il nostro contributo, attraverso progetti, iniziative, mostre e partenariati transnazionali, ma anche sfide e rischi, che ci hanno fatto crescere, permettendo ad Explora di essere conosciuta oltre i confini nazionali.

Per questo aderiamo alla campagna Cosa fa per me l’Europa lanciata in occasione delle prossime elezioni del Parlamento Europeo.

Patrizia Tomasich
Presidente Museo dei Bambini SCS Onlus

 
Cosa abbiamo fatto grazie all’Europa?

Abbiamo fatto scoprire l’energia rinnovabile del sole a scuole e famiglie mostrando l’impianto fotovoltaico realizzato nel 2001 grazie ad Innopex;
My Friend Boo il cartone animato educativo ci ha accompagnato in 3 progetti alla scoperta di: risparmio energetico, rinnovabili e mobilità sostenibile grazie a Yes Young Energy Savers; risorse naturali, cambiamenti climatici e risparmio dell’acqua con Ecoanimation; stile di vita salutare, regolare attività fisica e alimentazione equilibrata grazie ad Active;
La mostra-gioco Energy Island – Alla scoperta delle Energie Rinnovabili, partita da Explora ha attraversato l’Europa per far sperimentare le rinnovabili: sole, vento, geotermia e biomassa grazie a Scicom;
La Vie dans la Ville, Life in the City, La Vita in Città ha coinvolto bambini e famiglie con l’evento di street painting con Métiss’age Junior Street Festival;
Mission Possible è stata la mostra-gioco che ha fatto scoprire e capire la Bioeconomia partendo da Roma per essere poi allestita ad Aberdeen, Tallin e Wels grazie a Bioprom;
Con 3 progetti di formazione all’estero con Erasmus LLP Grundtvig la nostra cooperativa si è preparata su scienza e didattica innovativa partecipando a Conferenze Internazionali dove poterci confrontare, crescere e imparare; 
Con Nanopinion abbiamo approfondito il complesso tema delle Nanotecnologie, mentre con l’evento Zig Zag filare, tessere e intrecciare un gioco da ragazzi! abbiamo coinvolto artigiani e artisti grazie a Weave!;
Chic ci ha fatto scoprire timbri e pantografi mentre EuroSTEAM ci ha resi forti e competenti sull’educazione STEAM;
Journeys ci ha reso più consapevoli sul tema dei rifugiati e Creative Makers ci ha fatto sperimentare la tradizione artigiana della stampa e dei caratteri con il mondo maker;
Map to the Stars
ci ha fatto ballare e muovere con grazia coinvolti dalle nuove tecnologie, Voices ci ha impegnato su democrazia, solidarietà e libertà;
People First ha offerto formazione all’estero ad 11 di noi su Steam e didattica innovativa, facendoci scoprire design e creative thinking, job-shadowing e interactive teaching;
infine GARDENStoGROW ci sta facendo scoprire l’importanza del verde e dell’orto quale strumento di inclusione a scuola.

 

NUMERI: 

  • 20 progetti europei
  • 84 partner europei coinvolti
  • 13 paesi europei coinvolti nella progettazione
  • oltre 1.000.000 di visitatori  su mostre-gioco, eventi e laboratori
  • 870.000 euro in cofinanziamento dai progetti europei

KEYWORDS: 

cultura, scienza, bioeconomia, stem, steam, rifugiati, democrazia. solidarietà, arte, artigiani, stampa, maker,caratteri,rinnovabili, acqua, sole, vento, biomassa, geotermia, risparmio, energia, cambiamenti climatici, formazione, lingue,  conferenze internazionali, ambiente, artisti, danza, nuove tecnologie, arti visive, creatività, ricerca, integrazione e diritti, salute, alimentazione.