MAP TO THE STARS

MAP TO THE STARS è un progetto educativo cofinanziato dal programma Europa Creativa dell’Unione Europea che offre alle nuove generazioni la possibilità di riscoprire la danza come movimento, stimolando la creatività nei bambini di 8-12 anni, attraverso supporti digitali per insegnanti in grado di integrare la danza e il movimento nel curriculum scolastico.

Il progetto è un’iniziativa coordinata dal dal Ballet National de Marseille  e coinvolge in qualità di partner, oltre a Explora, la piattaforma di danza ICK di Amsterdam ,il teatro Mercat de les Flors di Barcellona, Manuvo Europe SAS, società che crea, produce e distribuisce contenuti digitali per il settore culturale e la compagnia di danza austriaca Silk Fluegge, coinvolta in qualità di consulente esterno.

Da settembre 2018 la danza e la creatività entreranno nelle scuole dei 4 paesi coinvolti.
In Italia, MAP TO THE STARS porterà i laboratori digitali e di danza, nelle classi IV A e IV B della scuola primaria Guido Alessi e IV A della scuola primaria Villaggio Olimpico, dell’I.C. Via Micheli di Roma. Il progetto produrrà inoltre guide didattiche per insegnanti e una presentazione finale nelle 4 città: Marsiglia, Roma, Barcellona e Amsterdam.

Durata del progetto: 01/09/2017- 31/07/2019

Map to the stars è un progetto cofinanziato dal programma Europa Creativa dell’Unione Europea

 

VOICES

Voices of Solidarity (VOICES) è un progetto cofinanziato dal programma Europa Creativa dell’Unione Europea finalizzato a sensibilizzare la cittadinanza sui valori europei di libertà e democrazia attraverso varie forme creative (teatro, danza, arti digitali, arti visive, ecc.), che coinvolgano i giovani e le famiglie con un festival dedicato.
VOICES è un’iniziativa coordinata dall’agenzia inglese ArtReach e coinvolge in qualità di partner, oltre a Explora:

VOICES porterà nelle sedi dei partner:

  • quattro performance teatrali create in Regno Unito, Germania, Italia e Romania e presentate in ogni paese;
  • cinque parade basate sul tema dell’accoglienza e con il coinvolgimento di cittadini locali e rifugiati, a Palermo, Amburgo, Londra e Leicester.

Dal 20 al 22 aprile VOICES porterà ad Explora performance teatrali e laboratori dedicati alla libertà di espressione, alla democrazia, all’uguaglianza, alla solidarietà e altri valori fondamentali dell’Unione Europea, nati dalla collaborazione con artisti, performer e attori locali e internazionali. 

Durata del progetto: 01/08/2017- 31/12/2018

 

 

 

VOICES è un progetto cofinanziato dal programma Europa Creativa dell’Unione Europea

Journeys

JOURNEYS è un progetto di cooperazione europea, che promuove l’integrazione dei rifugiati attraverso le arti visive e il teatro. Coordinato da un’agenzia culturale britannica, la ArtReachtrae origine dal festival Journeys Festival International, già avviato con successo in tre città britanniche.

Insieme ad EXPLORA, gli altri partner di JOURNEYS sono CESIE e Altonale GmbH. Sono poi presenti 2 partner associati, Trafo (House of Contemporary Arts) a Budapest e il Comune di Rieti.
Nel corso del 2017 tre importanti attività verranno sviluppate a Palermo, Roma, Rieti, Budapest, Amburgo, Leicester, Manchester e Portsmouth. Nel dettaglio:

  • Look-Up: una mostra outdoor ad alto profilo, che presenta il lavoro di refugee artists o visual artists che raccontino esperienze di rifugiati;
  • The Container Project: performance teatrali in collaborazione con artisti e comunità di rifugiati, per condividerne le esperienze;
  • Journeys Seminars: incontri informali tra gli artisti che collaborano al progetto e il pubblico.

In particolare, EXPLORA organizzerà tali attività dal 27 Marzo al 21 Aprile 2017, in collaborazione con:

  • ArteStudio, è protagonista di Play on the beach, performance teatrale a cura di Riccardo Vannuccini con il coinvolgimento di attori professionisti e un gruppo di ospiti dei CARA – Centri di Accoglienza per Richiedenti Asilo. ArteStudio s’impegna da anni nel proporre al pubblico workshop e performance teatrali attivandosi nell’integrazione dei rifugiati e richiedenti asilo;
  • Takoua Ben Mohamed, è protagonista della mostra “Sotto il velo” ad Explora il 21 Aprile dopo l’esposizione nella Sala Consiliare del Comune di Rieti, e di un workshop artistico per scoprire l’arte del fumetto. Non è difficile riconoscere nella giovane protagonista del fumetto l’autrice stessa: “Da bambina guardavo i cartoni animati, li disegnavo, poi li riguardavo e tornavo a disegnarli. Ho iniziato a disegnare così. Finché una volta, a 14 anni, mio padre mi consigliò di realizzare una storia sulle tematiche che affrontavo come attivista in un’associazione di volontariato giovanile umanitario”. Takoua Ben Mohamed è nata a Douz (Tunisia) nel 1991 e cresciuta a Roma. Graphic journalist e sceneggiatrice, disegna e scrive storie vere a fumetti su tematiche sociali, quali l’immigrazione e i diritti umani. Fonda “il fumetto intercultura” all’età di 14 anni, come strumento di integrazione e dialogo interculturale, grazie agli studi in giornalismo e all’attivismo in associazioni giovanili, culturali ed umanitarie di volontariato, collaborando con università italiane e straniere, scuole ed associazioni, con conferenze e mostre;
  • Sibomana, realizza per Explora I bambini del mare/Children of the sea, esposta nell’area esterna del museo, che ha come protagonisti i volti di 10 bambini ospitati in un centro di accoglienza della periferia di Roma. La tecnica di Sibomana unisce fotografia in bianco e nero e pittura a colori vivaci, con un messaggio chiaro: educare all’integrazione tra i popoli, ricordando che tutti i bambini hanno il diritto di essere felici. Sibomana, di origini italo-belga da parte di madre e congolesi da parte di padre, si definisce uno “urban activist”. Il messaggio delle sue opere è chiaro: educare la gente all’integrazione tra popoli. Con il progetto “Waves of the Heroes”, iniziato nel 2015, disegna poster sul tema della migrazione nelle principali tappe del viaggio dei profughi: Lesbo, Atene, Roma, Berlino, Istanbul.

 

Sfoglia il catalogo

Durata del progetto: 01/06/2016-30/12/2017
Continua a seguirci per saperne di più sul progetto #JOURNEYSEurope
JOURNEYS è un progetto cofinanziato dal programma Europa Creativa dell’Unione Europea
programa_europe

CHIC Cultural Hybridation in Common

CHIC Cultural Hybridation in Common è un progetto europeo coordinato da Communauté D’agglomeration Plaine Commune (Francia), sull’arte tradizionale dei timbri, rivisitata dalle nuove tecnologie, laboratori di making e tecniche artigianali.
Insieme ad EXPLORA, gli altri partner di CHIC sono:

L’obiettivo del progetto è di adattare le modalità di produzione artigianale dei timbri alle nuove tecnologie digitali, creando e diffondendo un prototipo a uso gratuito, attraverso 3 fasi principali:

  • creazione: 4 workshop transnazionali nei Paesi partner sul timbro, dove riprodurre modelli di timbro in 2D, timbri/oggetti in 3D, e co-creare una macchina per riprodurre i timbri: il pantografo;
  • sperimentazione: test con il pubblico sulla produzione dei timbri su diversi supporti (carta, stoffa, ecc.);
  • modellizzazione digitale: una piattaforma web open con tutorial, gallery e descrizioni didattiche per riprodurre i laboratori creati durante il progetto.

In particolare, EXPLORA organizza:

Per saperne di più visita il sito di progetto CHIC


CHIC è un progetto cofinanziato dal programma Europa Creativa dell’Unione Europea.

Vai alla gallery