Un giorno al Museo con Stokke

Sotkke
Domenica 11 dicembre, STOKKE ti invita a EXPLORA: per tutta la giornata, nei quattro turni di visita, i bambini possono visitare gratuitamente il Museo romano a loro interamente dedicato.
Oltre ai numerosi percorsi all’interno del Museo, nella stessa giornata, nell’atrio esterno, il pubblico avrà la possibilità di personalizzare la propria Tripp Trapp, presso il corner curato in stile “makers” da Stokke: grazie ad una stampante laser sarà possibile incidere gratuitamente il nome del bambino sullo schienale della sedia, per un ricordo indelebile su un prodotto esclusivo, realizzato proprio per il bambino, che lo accompagnerà per tutta la vita.
Gli ospiti già in possesso di Tripp Trapp potranno portare lo schienale della sedia per l’incisione, che sarà realizzata senza obbligo di prenotazione. Inoltre, sarà possibile ordinare la propria Tripp Trapp personalizzata in tutti i suoi colori disponibili.

Stokke aspetta tutti i bambini per diventare protagonisti in un originale set fotografico ed avere la propria “foto – ricordo” #mytripptrapp.

 

Quando: Domenica 11 dicembre 2016 dalle 10.00 alle 19.00

Età: 3-11 anni

Modalità partecipazione: 

Fruizione libera per le attività nelle aree esterne;
Prenotazione obbligatoria per l’ingresso al museo: Prenota qui

Grazie a Stokke

Stokke
Il marchio norvegese che da sempre sfida il modo di pensare tradizionale con prodotti intelligenti che aiutano i genitori e crescono con i bambini, celebra nella capitale il suo stile, in particolare il suo iconico Tripp Trapp: il seggiolone che cresce con il bambino, grazie al suo design modulare e intelligente offrendo una corretta postura a ogni età e stimolando la sua socialità. Sul mercato dal 1972, e rivoluzionario sin da allora, Tripp Trapp ha da poco raggiunto il traguardo dei 10 milioni di pezzi prodotti, un momento importante riconosciuto da numerosi eventi internazionali.
Stokke arriva ora a Roma, confermando il suo lavoro a supporto dello sviluppo consapevole del bambino vicino al genitore “Designed to be close”, con un percorso di appuntamenti proprio all’interno di musei e luoghi affini alla filosofia del marchio.